La Giornata delle arti al Laterano

L’iniziativa dell’Ufficio per la pastorale universitaria, nella festa del Beato Angelico: visita con le esibizioni di danza, teatro e musica degli studenti delle Accademie

Porte aperte nel Palazzo Lateranense, con possibilità di ammirarne affreschi e arazzi allietati dalle note di un tango, fermandosi ad assistere a esibizioni di danza e teatro. Sarà possibile nel pomeriggio di sabato 17 febbraio, grazie alla “Giornata delle arti. La via della Bellezza”, iniziativa organizzata in occasione della festa del Beato Angelico dall’Ufficio diocesano per la pastorale universitaria, in collaborazione con l’Accademia nazionale d’arte drammatica “Silvio d’Amico”, l’Accademia nazionale di danza, il Conservatorio Santa Cecilia e l’Accademia di Belle Arti.

Alle 17, nell’Aula della Conciliazione, il saluto del cardinale vicario Angelo De Donatis aprirà l’evento. I visitatori potranno accedere senza prenotazione e gratuitamente – dalle 17 alle 20.30 -alle sale del Palazzo che, come detto, ospiteranno anche performance artistiche. Gli studenti delle quattro istituzioni accademiche saranno infatti impegnati in diverse esibizioni che verranno ripetute nel pomeriggio: nella Sala della Conciliazione gli allievi del I anno della Silvio d’Amico proporranno “Lì dov’è la nostra dimora”, drammaturgia di Francesco d’Alfonso da Scruton, Borges, Agostino d’Ippona, von Balthasar e Auden; nella Sala degli Imperatori le allieve dell’Accademia Nazionale di Danza presenteranno uno studio coreografico sullo “Stabat Mater” di Pergolesi; nella Sala degli Apostoli i giovani musicisti di Santa Cecilia si esibiranno in brani di Manuel de Falla, Mario Castelnuovo-Tedesco e Astor Piazzolla. La Sala di Daniele, infine, ospiterà l’installazione artistica “…dai lacci del mondo si sciolse”, con opere realizzate dagli studenti della Scuola di Grafica d’arte dell’Accademia di Belle Arti di Roma. (G. R.)

13 febbraio 2024