Retake: nel 2016 un evento ogni 18 ore

Una media di 10 clean-up a settimana, 153 in collaborazione con Ama, 50 con le scuole: «Potevamo cambiare città, proviamo a cambiarla»

Una media di 10 clean-up a settimana, 153 in collaborazione con Ama, 50 organizzati con le scuole: «Potevamo cambiare città, proviamo a cambiarla» 

Nel 2016 Retake Roma ha effettuato più di 500 eventi tra i suoi 70 gruppi di zona. Con una media di 10 clean-up a settimana, Retake ha unito partners grandi e piccoli per il bene di Roma. Tra i tanti, si ricorda i 153 Retake in collaborazione con Ama, gli eventi con l’ambasciata Americana presso le Nazioni Unite, con aziende del calibro di Starwood, Nbc Universal, Perkin Elmer, i 50 e più eventi organizzati con le scuole, il prezioso contributo di Groupon e delle sue 100 ore di pulizia donate a Retake, il lavoro svolto con Maratona di Roma ma, soprattutto, Wake Up Roma, la giornata di mobilitazione civica organizzata con Luiss EnLabs che ha visto la partecipazione di oltre 3000 cittadini, Pokemonnezze Go, Retake Day e i suoi 23 eventi contemporanei in tutto il territorio di Roma.

«Potevamo cambiare città e invece abbiamo provato a cambiare la nostra, di città. Unendo quello che è apparentemente è diviso: le periferie e il centro, i semplici cittadini e i protagonisti economici, italiani e stranieri» è il commento del presidente di Retake Roma Simone Vellucci. «La discontinuità amministrativa non ha certo aiutato a costruire miglioramenti tangibili della vivibilità di questa città. Ma Retake è oggi un’opportunità per tutti i Romani che vogliono vedere Roma all’altezza di quello che la sua immagine evoca nel mondo e per questo sono disposti a impegnarsi in prima persona».

2 gennaio 2017