Torna “Musei in Musica”. Anche a Palazzo Lateranense

La casa del vescovo di Roma sarà aperta al pubblico il 25 novembre, dalle 18 alle 22. Ingresso a 1 euro. Brevi performance di musica barocca diffuse nelle sale

Anche il Palazzo Lateranense, l’antica residenza del Papa, partecipa a Musei in Musica 2023, l’annuale appuntamento in notturna arrivato alla XII edizione, promosso da Roma Capitale, Sovrintendenza capitolina ai Beni Culturali e organizzato da Zètema progetto cultura con la radio partnership di Dimensione Suono Soft, in programma domani, sabato 25 novembre.

Dalle 18 alle 22 (ultimo ingresso alle 21.30), i visitatori potranno passeggiare lungo le dieci sale di rappresentanza del primo piano nobile del Palazzo Apostolico e ammirare gli appartamenti del Papa, aperti al pubblico per la prima volta nella loro storia. Tutto accompagnato da brevi performance di musica barocca diffuse nelle sale del museo ed eseguite, con fedeli riproduzioni di strumenti dell’epoca, dal dipartimento di Musica antica del Conservatorio Santa Cecilia di Roma. Il biglietto sarà al costo simbolico di 1 euro, anche se è consigliata la prenotazione online dato che i biglietti saranno disponibili fino a esaurimento posti (costo comprensivo di prevendita: 2,50 euro).

Offrire ai cittadini la possibilità di scoprire, in una veste completamente nuova, le opere d’arte delle collezioni permanenti e delle mostre temporanee attualmente in corso: questo l’obiettivo dell’iniziativa, che coinvolge quest’anno oltre 50 spazi, aperti in orario serale, all’interno dei quali sarà possibile visitare circa 50 mostre e assistere a oltre 100 eventi, tra momenti di intrattenimento e visite guidate. Dai Musei capitolini alle sedi di Camera e Senato, fino ad alcuni dei luoghi più significativi della vita culturale della città, come università, accademie, ambasciate e istituti stranieri, l’elenco completo delle realtà aderenti e il programma delle iniziative proposte è consultabile sul sito Musei in Comune.

L’edizione 2023 di Musei in Musica è caratterizzata poi dalla concomitanza con la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, istituita nel 1999 dall’assemblea generale delle Nazioni Unite, che si celebra proprio il 25 novembre. «Sarà occasione per gli artisti e le artiste che si esibiranno di farsi promotori di messaggi di sensibilizzazione leggendo o interpretando brani musicali dedicati al delicato tema – assicurano gli organizzatori -. Sui loro indumenti si potranno vedere fiocchetti di colore arancione, simbolo cromatico per rappresentare un futuro migliore, libero dalla violenza contro le donne e le ragazze», anticipano.

24 novembre 2023