Il Papa: «Non si scateni più il potere del nucleare»

Il monito nel video messaggio per il viaggio in Giappone, dal 23 al 26 novembre, sul tema “Proteggere tutta la vita”. Il tema della salvaguardia del creato

Alla vigilia della partenza per la Thailandia, domani, 19 novembre, sceglie lo spagnolo Papa Francesco per il video messaggio dedicato alla seconda tappa del suo 32° viaggio apostolico, che dopo la Thailandia lo porterà in Giappone, dal 23 al 26 novembre. Un messaggio che si apre con un monito: «Usare le armi nucleari è immorale. Insieme a voi – le parole di Francesco – prego perché il potere distruttivo delle armi nucleari non torni a scatenarsi mai più nella storia dell’umanità». Quindi un auspicio: «Confido che la mia visita vi incoraggi nel cammino del rispetto mutuo e dell’incontro che conduce a una pace sicura e che dura nel tempo, che non torna indietro. La pace – prosegue il pontefice – ha questo di bello, che quando è reale non si indietreggia: la si difende con i denti».

Nella prima parte del messaggio, il pontefice si riferisce al tema del viaggio in Giappone: “Proteggere tutta la vita”. Un «forte istinto che risuona nel nostro cuore»: così definisce il desiderio di «difendere il valore e la dignità di ogni essere umano». Istinto che «acquisisce un’importanza particolare dinanzi alle minacce nei confronti della coesistenza pacifica che oggi il mondo deve affrontare, specialmente nei conflitti armati». Spazio quindi al tema della salvaguardia del creato, a partire dalla «grande bellezza naturale» che caratterizza il Giappone. Il Papa infatti esorta a «rafforzare la protezione di quella vita che include la terra, nostra casa comune, e che in modo tanto bello la vostra cultura simboleggia con i ciliegi in fiore».

18 novembre 2019