Ottobre, mese della prevenzione del tumore al seno

Presentato al Gemelli il programma: carovane, mostre d’arte e nuove Race for the cure, le tradizionali corse podistiche delle donne “in rosa”

Da Roma a Bologna, da Pescara fino a Brescia e Matera: parte il mese della prevenzione contro il tumore al seno. «Ottobre è il mese internazionale della prevenzione ma quest’anno la fondazione Komen Italia ha deciso di allungarlo e iniziarlo prima, da giovedì 19 settembre a Bologna, quando sarà inaugurata una prima mostra. Il week-end successivo partirà la 13ª Race for the cure a Bologna e insieme la prima a Pescara. Poi seguiranno le Race di Brescia e Matera». A parlare è Riccardo Masetti, presidente della fondazione che nella giornata di oggi, 17 settembre, ha presentato al Policlinico Gemelli il programma di attività di questo singolare “mese della prevenzione”. Al suo fianco, tra gli altri, il sindaco di Roma Virginia Raggi, Michela di Base, consigliera regionale del Lazio, e il direttore scientifico del Gemelli Giovanni Scambia.

“La prevenzione è il nostro capolavoro” è il filo conduttore delle iniziative, dato che proprio l’arte, nelle sue varie declinazioni, sarà l’elemento comune del programma, attraverso tutte le città coinvolte, grazie alla partnership con l’azienda culturale Arthemisia, che promuoverà una raccolta fondi per nuovi progetti dedicati all’azione di contrasto ai tumori del seno. Tra il 20 settembre e il 4 ottobre dunque quattro mostre – a Roma “Impressionisti Segreti”, a Palazzo Bonaparte – consentiranno ai visitatori di conoscere e ammirare i capolavori dell’arte, contribuendo allo stesso tempo all’avvio di altrettante iniziative finalizzate alla tutela della salute femminile in Italia e all’estero.

Komen Italia e la Fondazione Gemelli Irccs collaboreranno anche a “Ottobre Rosa”, la campagna di prevenzione promossa dalla Regione Lazio per offrire alle donne tra i 45 e i 49 anni – ossia quelle non comprese nella fascia garantita dal programma di screening dei tumori del seno – l’opportunità di effettuare esami diagnostici. Grazie alle tre unità mobili della Carovana della Prevenzione, che saranno operative il 26 e 27 ottobre presso il Policlinico Universitario, verrà ampliato significativamente il numero di donne che potrà beneficiare di queste opportunità di diagnosi precoce. La Carovana farà 5 tappe nella città metropolitana di Roma Capitale (Fiumicino, Monterotondo, Frascati, Montelanico e Castel Madama) e 3 negli istituti penitenziari della città. Seguiranno poi 12 tappe in altri luoghi. A conclusione di questo percorso, il 31 ottobre, l’inaugurazione del Centro Komen di terapie integrate oncologiche su una terrazza inutilizzata per 50 anni del Policlinico Gemelli.

Ancora, il 17 e 18 ottobre la street artist Alice Pasquini, artista romana di fama internazionale, dedicherà a Komen Italia una sua opera realizzata grazie alla collaborazione con il Comune di Roma nel I municipio, con l’obiettivo di sottolineare la centralità della prevenzione. «È importante ricordare l’importanza della prevenzione al seno – il commento del sindaco Raggi -. Il tumore è una malattia che spaventa ma oggi ci sono i mezzi per affrontarlo in maniera assolutamente strutturata», ha ricordato citando l’impegno di Komen Italia e Policlinico Gemelli. «Ci sono tantissime associazioni – ha continuato la prima cittadina della Capitale – che aiutano tutte noi donne ad affrontare questo percorso della prevenzione in maniera sicura. Non dobbiamo avere paura di conoscerci e di verificare se va tutto bene. Sono dei tagliandi di controllo che vanno fatti e queste iniziative ricordano a noi donne quanto sia importante prendersi cura di noi stesse».

Anche il direttore scientifico del Gemelli Giovanni Scambia ha sottolineato che «la salute femminile per noi è molto importante. Dal punto di vista scientifico il Policlinico ha scelto di interessarsi di salute della donna sottolineando come in termini di prevenzione i cambiamenti sono molti. Si va verso la personalizzazione degli esami e noi ci stiamo puntando con convinzione»

17 settembre 2019