Non serve il Green pass per partecipare alle celebrazioni

La precisazione del direttore dell’Ufficio nazionale Cei per le comunicazioni sociali: si continua a osservare quanto previsto dal Protocollo Cei-Governo del 7 maggio 2020

Non serve il Green pass per partecipare alle celebrazioni. «Al momento si continua a osservare quanto previsto dal Protocollo Cei-Governo del 7 maggio 2020, integrato con le successive indicazioni del Comitato Tecnico-Scientifico: mascherine; distanziamento tra i banchi; comunione solo nella mano; niente scambio della pace con la stretta di mano; acquasantiere vuote». Lo ha precisato nei giorni scorsi il direttore dell’Ufficio nazionale Cei per le comunicazioni sociali, Vincenzo Corrado, rispondendo alle richieste di chiarimento dei giornalisti circa l’utilizzo della certificazione verde per le celebrazioni religiose.

3 gennaio 2022